PROGETTO DI ALTERNANZA  SCUOLA LAVORO

 

Progetto BIKE TO SCHOOL promosso da

FIAB Trento – amici della bicicletta

 

 

Fiab Trento (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) promuove la mobilità sostenibile nelle scuole attraverso il progetto BIKE TO SCHOOL. Gli alunni in alternanza parteciperanno alle attività di Fiab per la realizzazione dei seguenti obiettivi.

 

OBIETTIVI GENERALI

  • per promuovere e diffondere la cultura e le pratiche della mobilità sostenibile
  • diminuire gli impatti ambientali, sociali ed economici generati dai veicoli privati e in particolare l’inquinamento atmosferico e acustico, la congestione stradale e l’incidentalità;
  • promuovere forme di mobilità attiva per migliorare la salute dei cittadini;

 

 

OBIETTIVI SPECIFICI

  • Motivare i ragazzi all’utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto e aumentare la percentuale di spostamenti in bicicletta da e per la scuola;
  • Raccogliere dati sulla mobilità ciclistica nelle scuole;
  • Individuare, all’interno delle scuole, spazi per parcheggiare le bici (al sicuro e all’asciutto) e spazi ;
  • Divulgare il progetto nelle altre scuole;
  • Partecipare alla campagna di tesseramento di FIAB TRENTO;

 

 

 

 

ATTIVITÀ 1: PARTECIPAZIONE ALLA CAMPAGNA DI

 

TESSERAMENTO DI FIAB TRENTO

 

 

PROMOZIONE DEL TESSERAMENTO A FIAB + RACCOLTA DATI
Il lavoro in questa fase, meglio se a coppie, consiste nel posizionarsi in punti strategici della città (individuati con l’aiuto di Fiab Trento) e intercettare ciclisti per:

–       promuovere il tesseramento Fiab;

–       raccogliere dati (anonimi) sui ciclisti (su indicazione di Fiab);

anonimi, saranno utilizzati per fare eventuali proposte al Comune (messa a disposizione di stalli coperti nelle scuole, messa a disposizione di flotte per chi non risiede in città ma vorrebbe andare a scuola in bicicletta,ecc.);

GLI ALUNNI IN ALTERNANZA:

–       partecipano ad un breve corso di formazione di Fiab (1 ORA – in Meet)

–       si posizionano nei punti chiave indicati da Fiab Trento indossando il giubbetto di Fiab (fornito da Fiab Trento);

–       spiegano agli interessati le attività di Fiab ed eventualmente consegnano eventuali materiali cartacei forniti da Fiab;

–       raccolgono dati (anonimi) su indicazione di Fiab;

TEMPO DI LAVORO: 20 ORE

PERIODO: OTTOBRE-GENNAIO

 

 

ATTIVITÀ 2: PROMOZIONE DELLA MOBILITÀ CICLISTICA NELLE

 

 SCUOLE

 

 

 

FASE 1- RACCOLTA DATI
Il lavoro in questa fase consiste nel somministrare agli alunni della scuola un questionario anonimo (in google moduli – dato da Fiab) per sapere:

–       quanti risiedono in città;

–       quanti alunni possiedono una bicicletta o un monopattino elettrico (che possono usare in maniera esclusiva);

–       quanti usano già la bicicletta/il monopattino nel tragitto casa-scuola (ed eventualmente con quale frequenza);

I dati, anonimi, saranno utilizzati da Fiab per fare eventuali proposte al Comune (messa a disposizione di stalli coperti nelle scuole, messa a disposizione di flotte per chi non risiede in città ma vorrebbe andare a scuola in bicicletta,ecc.);

GLI ALUNNI IN ALTERNANZA:

–       partecipano ad un incontro in Meet (1 ora)

–       si dividono le classi della scuola;

–       si procurano gli indirizzi mail delle classi (di istituto);

–       si accordano con un insegnante della classe assegnata per la somministrazione del questionario (in modo da garantire che tutti gli alunni compilino il questionario nello stesso momento);

–       somministrano il questionario nelle classi assegnate (via e-mail o via Classroom);

–       girano i risultati a FIAB TRENTO

TEMPO DI LAVORO RICONOSCIUTO: 5 ORE

PERIODO: DA CONCORDARE

 

 

 

FASE 2 – VIA, SI PEDALA! – SPERIMENTAZIONE
Il lavoro in questa fase consiste nell’organizzare il BIKE TO SCHOOL in una classe dell’Istituto (anche la propria).

BIKE TO SCHOOL: gli alunni della classe individuata che risiedono nel Comune di Trento e/o possiedono un monopattino elettrico si daranno appuntamento in un luogo prestabilito e poi insieme, per garantire maggiore visibilità e quindi sicurezza, si recheranno a scuola in bicicletta/monopattino. Spazi, tempi e modalità saranno scelti dagli aderenti. La sperimentazione parte anche con due adesioni.

GLI ALUNNI IN ALTERNANZA:

–       partecipano ad un corso di formazione di Fiab (via Meet) per ricevere alcune informazioni che poi dovranno passare ai partecipanti;

–       presentano il progetto alla classe (accordandosi con il Dirigente scolastico sulle modalità – in presenza oppure via Meet)

–       curano gli aspetti organizzativi insieme ai partecipanti: scelta del luogo di ritrovo, frequenza del progetto (almeno una volta in settimana), tragitto (e ne danno comunicazione a Fiab);

–       raccolgono dai partecipanti (età, anno di frequenza, motivazioni dell’adesione);

–       raccolgono dai partecipanti (al loro arrivo a scuola) feedback su come è andata e partecipano ad un incontro (via Meet) con Fiab per comunicare le informazioni raccolte.

TEMPO DI LAVORO RICONOSCIUTO: 15 ORE

PERIODO: DA CONCORDARE

 

 

 

FASE 3 – RACCOLTA FEEDBACK DAI PARTECIPANTI
Il lavoro in questa fase consiste nel somministrare agli alunni della scuola un questionario anonimo (in google moduli – dato da Fiab) per sapere:

–       come è andata?

–       quali criticità?

–       cosa può migliorare?

I dati, anonimi, saranno utilizzati al fine di migliorare il progetto.

GLI ALUNNI IN ALTERNANZA:

–       somministrano il questionario ai partecipanti al BIKE TO SCHOOL;

–       girano i risultati a FIAB TRENTO

–       riunione finale con Fiab Trento (via Meet) per confronto su come è andato il progetto)

TEMPO DI LAVORO RICONOSCIUTO: 5 ORE

PERIODO: DA CONCORDARE